La Storia della nostra Parrocchia

La Parrocchia di Gesù Lavoratore di Borgo San Dalmazzo nasce nel 1965  su incarico affidato da Mons. Tonetti, vescovo di Cuneo, a Don Luciano Pasquale.

La Vigilia di Natale dello stesso anno avviene l’inaugurazione nella sede provvisoria.

La prima pietra posta della nuova costruzione è posta nel 1970.

Oggi sono in corso i lavori per il nuovo Centro Parrocchiale.

Chi Siamo

DON GIOVANNI RIBAParroco Emerito
Anno di ordinazione: 1961
DON MARCO RIBAParroco
Anno di ordinazione: 1992
DON LUCA LANAVEVice Parroco
Anno di ordinazione: 2013

In Evidenza

Calendario incontri per il catechismo

  • 1a Media (Gruppi C-D) – Venerdì 03 dicembre ore 16,00/17,15
  • 4a Elementare: Mercoledì 01 dicembre (Gruppo A) ore 17,00/18,30 —– Sabato 04 dicembre (Gruppo B) ore 10,00/11,30

 

SINODO Diocesano Cuneo-Fossano

I risultati delle quattro schede analizzate (1: I Cambiamenti – 2: La Parrocchia – 3: La Fede – 4: Il Prete) sono visibili alla pagina web: http://www.gesulavoratorebsd.it/sinodo/

Perché dove due o tre

sono riuniti nel mio nome,

io sono in mezzo a loro.

Matteo 18:20

Video

Il Nuovo Centro Parrocchiale

Vedi tutti gli aggiornamenti sulle Nuove Opere Parrocchiali

Vangelo del Giorno

  • Domenica 28 Novembre 2021 : Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 21,25-28.34-36.
    Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con potenza e gloria grande. Quando cominceranno ad accadere queste cose, alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione è vicina». State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso; come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell'uomo».
  • Domenica 28 Novembre 2021 : Commento San Teodoro Studita
    Mantenetevi dunque, vi prego, sempre sani e salvi nel segreto dell'anima. Non commettete, figli miei, nessuna azione che porti alla perdita e alla rovina delle vostre anime. Sì, temiamo questo Dio che sta per rivelare i segreti delle tenebre, per rendere manifesti i disegni dei cuori (1 Cor 4,5) e per premiare ogni persona non solo per le sue azioni (cfr. Mt 16,27), ma anche per le sue parole e i suoi semplici pensieri. (...) E chi non resterà sveglio, rifiutando la sua pigrizia e l'inerzia sonnolenta? Svegliatevi! Svegliatevi! La notte è finita. Il giorno della futura restaurazione comincia già ad albeggiare (cfr. Rm 13,12)! Facciamo attenzione che la morte non ci colga impreparati e ci porti un dolore eterno senza rimedio. (...) Risolleviamoci ancora e ancora, e sforziamoci di fare tutto ciò che è gradito a Dio; sopportiamo valorosamente le cose presenti, rallegrandoci di quelle che speriamo (cfr. Rm 12,12; Eb 11,1). (...) So che saremo salvati e danzeremo all'infinito in cielo, rallegrandoci con coloro che fin dall'inizio del mondo sono piaciuti a Cristo. (...) Rompete i lacci dell'inerzia, siate gioiosi, siate equilibrati; che la vostra anima sia pacifica e il vostro cuore leggero; siate utili gli uni agli altri; bandite le preoccupazioni e gli affanni. (...) E che bisogno c'è di preoccuparsi e agitarsi per tutto? Scegliete, vi consiglio, la parte migliore (cfr. Lc 10,41-42): ascoltate le nostre umili parole (cfr. Lc 10,39). Che voi, figli miei, siate salvi nel Signore e gioite nel timore (cfr. Sal 2,11) (...) di Cristo Gesù nostro Signore, al quale appartengono la gloria e la potenza con il Padre e lo Spirito Santo, ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiera del Mese

Non lasciarci

O Dio, che soffri
per la morte dei tuoi amici,
non lasciarci sprofondare nella tristezza
per la morte dei nostri cari.
La morte di coloro che amiamo ti pesa.
Per il Cristo
in agonia per ogni uomo,
Tu soffri con chi è nella prova.
Nel Cristo risorto,
tu vieni ad alleggerire
il peso insopportabile
e apri i nostri occhi
allo stupore dell’amore.
Per mezzo di lui
Tu ci ripeti senza sosta:
“Seguimi!
Io sono dolce e umile di cuore,
In me troverai il riposo,
riposandoti in me
conoscerai la vera pace”.
Amen

Frère Roger di Taizè

Orario Messe

Feriale ore 18.15 preceduta dal rosario alle ore 17.45
Prefestiva ore 18.30
Festiva ore 10.00 e 18.30

CERCA MESSE IN ZONA

Link Utili